Era ora di lasciare Typepad, ossia la piattaforma sulla quale attivai questo blog nel 2003, per passare alla scelta più logica al momento: WordPress. Ma, ancora più importante, era ora di utilizzare definitivamente www.maurolupi.com come dominio, anziché il precedente terzo livello. Ciò significa che gli indirizzi dei post sono cambiati (per ora lascio comunque le vecchie pagine) mentre nessun problema per il feed RSS che rimane lo stesso.

L’occasione è servita anche per rifare una  riflessione sul significato di questo spazio e quindi del tipo di interfaccia più opportuno. Ebbene, penso di confermare la linea editoriale di questi anni, privilegiando contenuti utili (analisi, ricerche), riflessioni sul mondo della comunicazione, resoconti di eventi a cui partecipo o nei quali sono coinvolto, recensioni dei libri che leggo. Naturalmente non mi risparmierò certo qualche divagazione di tanto in tanto.

Da qui la scelta di un layout essenziale, direi anche spartano. Mi piace pensare che questo spazio sia interessante da leggere e pratico da usare. Non mi interessa che sia “bello”. Ovviamente suggerimenti e segnalazioni sono sempre benvenuti.

Alcune lezioni imparate da questo “trasloco”:

  • Le piattaforme cambiano e occorre adeguarsi. Inutile “sposare” una tecnologia, tanto prima o poi occorrerà tradirla. Quindi è bene avere sempre chiaro il processo di uscita, e badare alle funzioni di backup, alle possibilità di esportazione, ecc.
  • Gli indirizzi web non dovrebbero cambiare. Nel mio caso, invece, il passaggio avrà un effetto disastroso per quanto riguarda i motori di ricerca perché con c’è modo di agire sulla piattaforma Typepad per le impostazioni  che si fanno normalmente nei casi di migrazione, per cui le URL delle pagine saranno diverse e dovranno quindi riguadagnarsi la link popularity che le precedenti avevano acquisito negli anni.
  • Il feed RSS non deve cambiare. In questo caso, la scelta di utilizzare Feedburner si è rivelata vincente perché l’indirizzo del feed rimane lo stesso, mantenendo quindi immutato il sistema con il quale mi seguono oltre 2.700 persone iscritte la feed.
  • Le aziende cambiano, a volte in peggio. È il caso si Six Apart, la società creatrice di Typepad. Nel 2003 era un gruppo all’avanguardia, un riferimento per il settore del blogging professionale, con un atteggiamento aperto e collaborativo con i  propri clienti. Poi si è inceppato qualcosa ed è stato un susseguirsi di iniziative attappa-buchi alle svariate falle che il sistema andava  mostrando, oltre ad una evidente politica ostruzionista per scoraggiare le migrazioni ad altre piattaforme (ovviamente con i risultati opposti, almeno nel mio caso).

Ci sono ancora alcune cose che devo implementare nel blog ma sono stato preso dalla conversione di oltre 1.000 post rivelatasi molto complicata e laboriosa. Abbiate pazienza…

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...


20 commenti per “Una nuova casa per il mio blog”

Pui seguire questa conversazione mediante lo specifico feed rss.

  1. Sante scrive:

    Ciao Mauro,
    mi hanno fatto l’aggiornato del WordPress proprio in questi giorni e spero di avere un nuovo layout tra non molto … il passaggio doppio di nome a dominio e nuova piattaforma è un duro colpo ma tanto che te fa a te !! :)

  2. S. scrive:

    Sicuro che non esista un sistema per un 301 generale? Figurati che esiste anche per la piattaforma blogger che a livello di personalizzazioni è < 0.

  3. Andrea Contino scrive:

    Buon passaggio Mauro :)

  4. Luigi Mengato scrive:

    Cioa Mauro, complimenti per il Layout essenziale. anche io ho scelto questa via un po’ di mesi fa. Google docet ….

  5. Stefano Vitta scrive:

    Colgo l’occasione per farti gli auguri di buon anno e i complimenti per la nuova casa ;)

  6. Adriano De Arcangelis scrive:

    Ottimo, sono molto contento della novità, l’aspetto grafico è decisamente più moderno e il dominio è ovviamente la migliore soluzione! In bocca al lupo! ;o)

  7. Alberto Bregani scrive:

    Ciao Mauro
    bellla la nuova casa, mi piace :-)
    Certo, passare di piattaforma in piattaforma è un bel problema. Ho il mio principale blog fotografico su typepad; l’ho scelto ai tempi perchè aveva soluzioni migliori di wordpress anche come possibilità di gestione e grafica. e ho continuato a caricare foto e foto e foto, dato che è un sito quasi giornaliero ( almost daily.. appunto). Sorvolo sul nome che è ancora incomprensibile ai piu ( taipepad …certo si capisce, ma è lo spelling che ogni volta mi consuma). Poi wordpress si è evoluto e ultimamente i miei due ultimi blog su fotografia sono su questa piattaforma. Si, vorrei passare anche con il principale su wordpress, però rifare tutto da capo come dici tu (sperando che ci sia il nome libero..) mi fa rimandare ogni giorno la decisione. Vedremo cosa porterà il 2010 ;-) I”ll let you know ciao!

  8. kawakumi scrive:

    Ottimo! Da fan sfegatato di WP quale sono non posso far altro che dirti che hai fatto un’ottima scelta! Non te ne pentirai! :-D

  9. massimo carraro scrive:

    buon trasloco mauro! abito anch’io nel condominio wordpress e ne sono molto contento, lieto di averti come nuovo vicino :-)

    max

  10. Seo Guru scrive:

    Linko volentieri questo blog, e con maggior entusiasmo di prima.
    Sia per il dominio indipendente che per la piattaforma scelta.

    Buon trasloco.
    :)

  11. Seo Guru scrive:

    Però feedburner sembra fermo a novembre.

    http://feeds.feedburner.com/maurolupi

    Io per leggerla prima utilizzavo questo feed:

    http://admaiora.blogs.com/maurolupi/rss.xml

    che funzionava perfettamente.

    Di nuovo…

  12. maurolupi scrive:

    ciao Seo Guru, a me il feed pare funzionare; occhio che il port più recente è l’ultimo e non il primo ;-)

  13. Seo Guru scrive:

    Ohh, ha ragione. Mea culpa, mi scusi per il commento.
    :)

  14. Quando la conversazione è naturale - Mauro Lupi's blog scrive:

    [...] a scrivere dopo bel po’ di latitanza (causa anche lo spostamento del blog) per segnalare una nuova iniziativa su Mclips, il blog di Microsoft Italia, o meglio, delle persone [...]

  15. Elena Landi scrive:

    Ciao Mauro,
    ottima scelta passare a wp.
    Ti consiglio di installare wptouch un plug per i cell http://www.bravenewcode.com/wptouch/ che carica un templare più semplificato.
    ciao

    Elena

  16. Francesco Cuccuini scrive:

    Da qui la scelta di un layout essenziale, direi anche spartano. [..]
    Non mi interessa che sia “bello”.

    Direi invece che é anche bello.
    Spazioso, questa luce, questo bianco…

    Bel lavoro.

    Gradirei conoscere, se presenti, le date di IAB Forum Roma 2010.

    Saluti

  17. Mauro Lupi scrive:

    Grazie Francesco. Per IAB Forum al 99% sarà sempre a Novembre, ma ancora non sono definite le date esatte

  18. Notizie dai blog su Blogging: Come gestire un blog multiautore? scrive:

    [...] Una nuova casa per il mio blog Era ora di lasciare Typepad, ossia la piattaforma sulla quale attivai questo blog nel 2003, per passare alla scelta più logica al momento: WordPress. Ma, ancora più importante, era ora di utilizzare definitivamente http://www.maurolupi.com come dominio, anziché il precedente terzo livello. blog: mauro lupi's blog | leggi l'articolo [...]

  19. Notizie dai blog su Fai un backup del tuo blog wordpress in modo semplice scrive:

    [...] Una nuova casa per il mio blog Era ora di lasciare Typepad, ossia la piattaforma sulla quale attivai questo blog nel 2003, per passare alla scelta più logica al momento: WordPress. Ma, ancora più importante, era ora di utilizzare definitivamente http://www.maurolupi.com come dominio, anziché il precedente terzo livello. blog: mauro lupi's blog | leggi l'articolo [...]

  20. Notizie dai blog su Cos’è Che il Blogging NON Può Fare? scrive:

    [...] Una nuova casa per il mio blog Era ora di lasciare Typepad, ossia la piattaforma sulla quale attivai questo blog nel 2003, per passare alla scelta più logica al momento: WordPress. Ma, ancora più importante, era ora di utilizzare definitivamente http://www.maurolupi.com come dominio, anziché il precedente terzo livello. blog: mauro lupi's blog | leggi l'articolo [...]

Lascia un Commento

Codici HTML ammessi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>