Continua la discussione sull’affare Google/DoubleClick. Masssimo Mantellini su Punto Informatico di oggi è lapidario: “Oggi [...] Google diventa una (grande) azienda Internet come un’altra. L’innocenza è finita e un poco ci dispiace”. Sempre su Punto io approfondisco il post di sabato analizzando il possibile scenario di marketplace pubblicitario globale che sta mettendo in piedi Google.

Condivido con Massimo Russo: “Sarà un’impresa difficile, per i clienti di Doubleclick, trattare per rinnovare i propri accordi pay per click con Google: si troveranno davanti un interlocutore che del loro principale business online conosce più dettagli di quanti ne sappiano loro stessi.

A proposito dei clienti DoubleClick: proprio un paio di giorni fa Matt Cutts, ritenuto ormai una specie di portavoce ufficiale di Google, suggeriva come “best practice” per i publisher il fatto di esplicitare tutti i link esposti a pagamento. In linea generale è ok, solo che quando la voce si leva da Google appare evidente il sospetto che l’intenzione di fatto è cercare di scoprire tutte le relazioni pubblicitarie in cui si può infilare. Chissà se i tanti clienti DoubleClick che utilizzano il sistema per vendere link e click al di fuori di AdSense saranno contenti di tale input… Matts in un altro post addirittura suggerisce di segnalare i paid link come spam… (anche se in chiave di test).

Sia chiaro, trovo legittimo per ogni azienda l’obiettivo di guadagnare posizioni di mercato e, fino ad oggi, Google lo sta facendo in modo brillante e abbastanza coerente con la filosofia “Don’t be evil”. Però le tentazioni di onnipotenza fanno parte della natura dell’uomo: per fortuna c’è chi mantiene alta l’attenzione verso quello che potrebbe diventare il “Grande Organizzatore Olimpico Giusto Libero ed Equo”.

Tags:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...


Nessun commento per “Attenzione alta sull’acquisizione di DoubleClick da parte di Google”

Pui seguire questa conversazione mediante lo specifico feed rss.

Non ci sono ancora commenti.

Lascia un Commento

Codici HTML ammessi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>