Volevo scrivere qualcosa sul post di Chris Anderson a proposito dei magri ricavi pubblicitari sviluppati del popolare blog di Guy Kawasaki. Nel frattempo, ci ha pensato Suzukimaruti con un ottimo post che parte dal tema delle classifiche dei blog per arrivare sull’argomento “siamo tutti venditori”: ottimo articolo, di quelli che guardano con curiosità e apertura mentale le differenti sfaccettature di questo giovane sistema digitale in cui ci troviamo coinvolti, “spesso divisi tra i suoi estremi” come scrive ZetaVu.

Del post di Anderson, riporto solo una frase che continuo a ritenere fondamentale per chi spera di ricavare denari dal contenxtual advertising:

“Just another reminder that the reason to be a Long Tail producer is not direct revenues.”

Nel contempo, penso che proprio ieri ho segnalato un’ulteriore idea di pubblicità sui blog. Contraddizione? Forse. Però credo in due cose:

  • la comunicazione pubblicitaria, più o meno rompiscatole, è una necessità di ogni mercato dove ci sono aziende in competizione che devono vendere e generare utili;
  • l’utilizzo pubblicitario (o “promozionale”, se vogliamo attenuare il termine) dei blog è ancora tutto da individuare; attualmente la massa critica che cercano i pubblicitari è tutta da scovare (vedi anche la discussione da Luca Conti) e, ancor meno, le prospettive di ricavi significativi per la quasi totalità dei blogger. Ma siamo solo agli inizi…

tags: ,

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...


8 commenti per “La pubblicità sui blog può attendere”

Pui seguire questa conversazione mediante lo specifico feed rss.

Non ci sono ancora commenti.

Lascia un Commento

Codici HTML ammessi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>