Ultime notizie. “Negli ultimi mesi sono nate centinaia di nuove aziende, studi associati, cantinari, consulenti-cugini-del-presidente, ecc., tutti diventati improvvisamente esperti in visibilità sui motori di ricerca. Tutto merito del PPC, il nuovo super ritrovato in fatto di know-how”.

Mi sembra di ricordare il periodo in cui le prime stampanti laser abbinate ai software di impaginazione avevano trasformato tutti in tipografi provetti.

Il PPC, acronimo che identifica i servizi “pay per click”, ed in particolare il posizionamento a pagamento sui motori di ricerca, permette di acquistare degli spazi pubblicitari in testa ai risultati delle ricerche. E’ veloce da implementare e dà risultati certi.

Ma attenzione: gli spazi pubblicitari acquistati in questo modo, raccolgono solo una parte dei click degli utenti (normalmente tra l’1% ed il 10%), mentre la scelta dei navigatori online si orienta in maggior misura verso i risultati standard.

Per cui il PPC, con i quali molte agenzie e molte aziende ritengono di poter risolvere tutti i problemi di visibilità sui motori di ricerca, rappresenta in realtà solo una parte delle attività necessarie. I maggiori risultati sono sviluppati attraverso il posizionamento all’interno dei normali risultati di ricerca, verso i quali peraltro l’utente è meglio disposto e che sul lungo periodo (6-12 mesi) sono in genere molto più convenienti.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...


Nessun commento per “Tutti esperti”

Pui seguire questa conversazione mediante lo specifico feed rss.

Non ci sono ancora commenti.

Lascia un Commento

Codici HTML ammessi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>